Moda anni 50

In questo articolo esploreremo il mondo della moda degli anni ’50, analizzando le influenze culturali e sociali che hanno portato allo sviluppo di uno stile iconico e raffinato.

Storia della Moda anni 50

La moda degli anni ’50 è stata un’epoca di grande cambiamento nella storia dell’abbigliamento. Dopo gli anni difficili della Seconda Guerra Mondiale, il look anni 50 ha portato un nuovo spirito di ottimismo e prosperità, riflettendo i cambiamenti sociali e culturali che stavano avvenendo in quegli anni.

L’abbigliamento femminile degli anni ’50 è stato influenzato principalmente dal “New Look” di Christian Dior, presentato nel 1947. Il “New look” si caratterizzava per la silhouette a clessidra, con una vita stretta, una gonna ampia e vaporosa e una scollatura bassa. Questo stile ha ridefinito l’immagine della donna, creando un’immagine di femminilità elegante e sofisticata.

Inoltre, l’abbigliamento femminile degli anni ’50 è stato influenzato dall’abbigliamento da pin-up, che combinava sensualità e femminilità con un tocco di ingenuità, le ragazze pin up indossavano corpetti aderenti, gonne a campana e tacchi alti. Tuttavia, l’abbigliamento da pin-up è stato in parte influenzato dalle pin-up del periodo bellico, le donne dipinte sui calendari dei soldati.

Ma come si chiama la moda anni 50? Lo stile “preppy” degli anni ’50 è stato ispirato ai college e alle scuole americane dell’élite, e si caratterizzava per un look pulito e formale. Gli uomini indossavano giacche sportive, pantaloni dal taglio classico, camicie con colletto e cravatte.

Inoltre, durante gli anni 50, la moda vede l’ascesa del “Rockabilly” uno stile ispirato alla musica rock and roll. Gli uomini indossavano jeans a sigaretta, giacche di pelle e capelli pettinati all’indietro, mentre le donne indossavano gonne a ruota, camicette a pois e capelli ricci e voluminosi.

Forse ti interessa: Il fascino vintage delle gonne anni ’50, quali modelli scegliere e come abbinarli

I tessuti dell’abbigliamento anni ‘50 erano principalmente cotone, lana e seta, e gli abiti erano spesso decorati con motivi floreali, a pois e a righe.

È evidente che durante gli anni ’50, la moda abbia avuto un impatto duraturo su quella contemporanea, con capi iconici che continuano a rivendicare il loro posto tra le tendenze di oggi. L’enorme successo che questa epoca ha avuto nel definire uno stile distintivo è la prova del fatto che il moda anni 50 sia destinata a rimanere attuale e rilevante per molti anni a venire.

Nel corso degli anni ’50, una serie di capi e accessori hanno definito questo periodo e continuano a influenzare la moda odierna. Abiti da cocktail con gonna a ruota, cardigan bon ton, twin-set in maglia, pantaloni Capri, guanti bianchi, occhiali da sole cat eye e gli eleganti vestiti di Hermès sono solo alcuni esempi di ciò che ha reso la moda degli anni ’50 un’epoca indimenticabile per stilisti e appassionati di moda.

L’appeal vintage di questi capi è anche dovuto alla loro raffinatezza e alla cura dei dettagli, elementi che li rendono ancor più affascinanti ed eleganti. In questo senso, la moda degli anni ’50 è stata un’epoca di grande creatività e stile, che ha influenzato la moda e l’immaginario collettivo per molte generazioni successive.

Come si vestivano le ragazze negli anni 50?

Negli anni ’50 la moda è stata contraddistinta da un’estetica unica, con colori pastello e stampe floreali che dominavano molti capi. Tuttavia, la silhouette delle donne era caratterizzata dal punto vita alto, che evidenziava le curve femminili in modo elegante e raffinato.

Durante gli anni ’50, gli abiti da sera hanno assunto un carattere incredibilmente sfarzoso, ispirandosi esplicitamente ai modelli dell’Ottocento per conferire un tocco di lusso e fascino. Inoltre, è emerso un nuovo tipo di abito, l’abito da cocktail, che offriva una versione più accessibile e versatile dell’abbigliamento da gran soirée. Questo capo univa una lunghezza da giorno a materiali preziosi e decorazioni importanti.

Durante gli anni ’50, le gonne femminili erano disponibili principalmente in due modelli: a ruota o a matita, mentre per i pantaloni si preferiva il modello a sigaretta caratterizzato da una vita alta e segnata e una lunghezza ridotta che lasciava scoperta la caviglia. Questa nuova silhouette creava un effetto slanciato e sofisticato, valorizzando la figura femminile in modo elegante e raffinato.

La biancheria intima rappresentava un elemento fondamentale per ottenere il look tipico degli anni ’50. In particolare, il bustino, ora realizzato in nylon e chiamato guêpiere, era un capo molto popolare. In alternativa, gli stringivita venivano utilizzati per ottenere la famosa silhouette a clessidra tanto desiderata.

Anche i reggiseni subivano un cambiamento, presentando una tipica forma “a punta”, ottenuta grazie a imbottiture o cuciture strategiche, per valorizzare il seno con un profilo audace. Inoltre, per sostenere le ampie gonne, erano utilizzate le sottogonne, versioni moderne dell’ottocentesca crinolina.

Leggi anche: Come il reggiseno ha influenzato la moda femminile degli anni ’50

Nel contesto della moda anni ’50, le scarpe con il tacco costituivano un complemento indispensabile per completare l’outfit. In questo periodo viene introdotto il tacco a spillo, caratterizzato da una forma sottile e slanciata, con la punta preferibilmente sfilata. Inoltre, fanno la loro comparsa sul mercato le scarpe colorate e coordinate con gli abiti, ampliando le possibilità di scelta per le donne che desideravano un look curato nei minimi dettagli.

Durante gli anni ’50, le borse diventano accessori essenziali per completare l’outfit. Di solito sono caratterizzate da un design piccolo e raffinato, spesso dotate di un manico da portare a mano o al polso.

In questo periodo, inoltre, la varietà di materiali e stili aumenta notevolmente: accanto alle classiche borse in pelle pregiata, diventano molto popolari anche le borsette da cocktail in materiali diversi, come la lucite, il midollino o i tessuti pastello, impreziosite da dettagli come le conchiglie. Oggi molte di queste borse sono diventate oggetti di collezione ambiti da appassionati e stilisti. Per saperne di più ti invitiamo a leggere questo articolo.

La bigiotteria degli anni ’50 si distingue per la creatività nel design e l’uso audace di colori coordinati con l’abbigliamento. L’obiettivo non è più quello di imitare i gioielli veri, ma di offrire accessori vivaci ed espressivi. Tra le novità, ci sono le perle colorate e le parure di cristalli di Svarovski, che includono orecchini, collane, spille e braccialetti.

Negli anni ’50, i cappelli riacquistano popolarità e diventano un accessorio indispensabile. Durante il giorno, i cappelli possono essere a tesa larga, perfetti da abbinare alle gonne a ruota, oppure a forma di cloche, ideali per completare un look con gonna a matita. Tuttavia, i cappelli più celebri sono i “fascinator”, delle vere e proprie opere d’arte per completare l’abbigliamento da cocktail, caratterizzati da fiori, velette, applicazioni e molti altri dettagli creativi.

Scopri anche: Come le scarpe decolleté sono diventate un classico della moda

Dove si sviluppa la moda negli anni 50 in Italia

Negli anni ’50, la moda in Italia si sviluppava principalmente a Milano e a Roma, che erano considerate le capitali della moda italiane. Milano era il centro della moda maschile, mentre Roma era il centro della moda femminile.

A Milano, l’alta moda era rappresentata principalmente da stilisti come Giorgio Armani, Gianfranco Ferré e Gianni Versace, che hanno contribuito a rendere la città uno dei principali centri della moda nel mondo. Milano ospitava anche importanti fiere di moda come la “Milano Moda” e la “Milano Prêt-à-Porter“.

A Roma, la moda femminile era rappresentata principalmente da stilisti come Emilio Pucci, Roberto Capucci e Simonetta Colonna di Cesarò, che si sono distinti per la loro capacità di creare capi femminili eleganti e sofisticati.

Oltre a Milano e Roma, altre città italiane hanno svolto un ruolo importante nello sviluppo della moda degli anni ’50. Ad esempio, Firenze ha ospitato importanti fiere di moda come la “Pitti Immagine“, che ha contribuito a promuovere la moda italiana in tutto il mondo. Anche altre città come Torino, Venezia e Napoli hanno contribuito alla moda italiana dell’epoca con la loro creatività e originalità.

Come vestirsi per una festa a tema anni 50

Negli anni ’50 si verificò una ripresa economica e culturale, con uno stile di vita fresco e spensierato, che si rifletteva nella moda dell’epoca e nei film iconici come Grease e nella serie televisiva Happy Days. Qualora foste invitati ad una festa a tema anni ’50, non perdetevi i consigli di come ricreare il look anni 50.

Come abbiamo già detto nei paragrafi precedenti, gli anni 50, l’abbigliamento delle donne era caratterizzato da gonne a ruota e a tubino con una maglietta senza colletto, oppure si possono indossare abiti a ruota, camicette infilate nella gonna a vita alta o dei pantaloni a vita alta in stile capri, assieme a una camicetta legata in vita, calze bianche in vista se si indossa una gonna a ruota. Optare per le Superga o le ballerine.

Per quanto riguarda i capelli, le pettinature tipiche degli anni 50, erano quelle a banana, oppure ondulati (per questo vi serviranno i bigodini) e annodati con i foulard al collo. Per saperne di più, scopri le acconciature pin up per un look retrò e glamour!

Invece il trucco anni ’50, richiama lo stile pin up. Per saperne di più, trovi il nostro articolo di approfondimento dove ti mostriamo tutti i passaggi per ricreare questo look.

Per quanto riguarda gli uomini, il look anni 50 maschile viene rappresentato da una t-shirt bianca, jeans e giacca in pelle, scarpe stile Converse. Le pettinature invece richiamano lo stile Elvis, riga laterale e ciuffo.

Bestseller No. 1
Crema Viso Acido ialuronico con Retinolo e...
  • RASSODANTE E LIFTING - Questa crema viso donna e...
  • NUTRIENTE e RINGIOVANENTE - Sia che tu stia...
OffertaBestseller No. 2
Garnier Crema Viso Idratante Opacizzante...
4.408 Recensioni
Garnier Crema Viso Idratante Opacizzante...
  • Crema opacizzante
  • Idratante 48 h
OffertaBestseller No. 3
100ml. Bio Crema con Bava di Lumaca al 65%, Acido...
6.353 Recensioni
100ml. Bio Crema con Bava di Lumaca al 65%, Acido...
  • RICCA DI PRINCIPI BIO ATTIVI E CON ALTISSIMA...
  • MIGLIORI INGREDIENTI ANTIAGE PER UNA CREMA DALLA...
Bestseller No. 4
L'Oréal Paris Crema Viso Giorno Revitalift Laser...
  • Applicare tutte le mattine e/o sera su viso e...
  • Formula arricchita con acido ialuronico, Vitamina...
OffertaBestseller No. 5
L'Oréal Paris Crema Viso Giorno Revitalift...
4.735 Recensioni
L'Oréal Paris Crema Viso Giorno Revitalift...
  • Crema giorno anti-età con effetto rivolumizzante,...
  • Risultati: Pelle più soda e tonica in 4 ore,...
Bestseller No. 6
RoC - Multi Correxion Even Tone + Lift Crema Notte...
  • RoC Multi Correxion Even Tone + Lift Night Cream:...
  • Una crema viso dall'azione illuminante formulata...
Bestseller No. 7
Crema Schiarente Macchie Viso Crema Antimacchia...
  • Formulato con una varietà di ingredienti...
  • A differenza di altri prodotti che irritano o...
OffertaBestseller No. 8
RoC - Multi Correxion Revive + Glow Crema Gel...
  • RoC Multi Correxion Revive + Glow Vitamin C Crema...
  • Una crema gel leggera e non grassa clinicamente...
Bestseller No. 9
Maschera Punti Neri,Maschera Nera,Maschera Viso...
811 Recensioni
Maschera Punti Neri,Maschera Nera,Maschera Viso...
  • Migliorare la rimozione di punti neri e acne la...
  • SAFE & efficace: carbonella bambù ha una...
OffertaBestseller No. 10
60ml. Bio Siero Vitamina C e Vit. E. Siero Viso...
  • SIERO PER VISO, COLLO, DÉCOLLETÉ E CONTORNO...
  • FORMULAZIONE FRUTTO DI RICERCA SCIENTIFICA...
Laura
Latest posts by Laura (see all)