Storia della manicure: come le unghie sono cambiate nel tempo

Oggi la manicure si è davvero diversificata e anche se ci sono tante tendenze e mode che possono portare le donne ad aderire ad una o all’altra corrente, si è abbastanza libere di decorare le proprie unghie in modo originale, utilizzando uno smalto semipermanente professionale, acquistabile anche online e applicabile a casa.

Eppure, la manicure non è sempre stata quella che vediamo oggi e nel corso dei secoli anche il concetto di cura delle unghie si è molto evoluto.

Ecco, quindi, la storia della manicure e l’evoluzione di questa tecnica, che potrà incuriosire soprattutto i più appassionati di unghie e nail art.


L’invenzione dello smalto e la storia della manicure

storia e tendenza dello smalto
Credit: dal web


Innanzitutto cominciamo col dire che la parola “Manicure”, è una parola di derivazione francese “Manucure”, che significa cura delle mani ma soprattutto cura delle unghie.

Le donne hanno sempre avuto il “vezzo” di truccarsi, anche nelle civiltà più antiche. Tuttavia, per quanto riguarda l’arte delle unghie e la decorazione delle unghie e mani sappiamo anche che lo smalto è il cosmetico più utilizzato, e che questo venne creato nel 3000 a.C. in Cina.

Le civiltà antiche, però, avevano già scoperto la bellezza delle mani e della decorazione di dita e unghie. Già nel 5000 a.C., infatti, in India le donne si decoravano le mani e anche le unghie con l’henné.


Lo stesso accadeva anche nell’antico Egitto, in quanto le civiltà egiziane, utilizzavano per colorarsi le unghie l’hennè, il che non rappresentava solo una funzione estetica ma bensì indicava anche l’appartenenza ad una classe sociale rispetto ad un’altra. Difatti le donne appartenenti alle classi inferiori utilizzavo le tonalità di colore leggermente più tenui rispetto alle regine che usavano una tonalità più scura.

Una di queste figure è la regina Nefertiti, conosciuta per lo smalto rosso rubino ottenuto da una specie particolare di henné e probabilmente da alcune gocce di sangue. Mentre Cleopatra prediligeva toni tendenti al cremisi.

Ma com’erano i primi smalti per unghie “brevettati” dai cinesi? Erano molto diversi rispetto a quelli che possiamo vedere oggi sugli scaffali delle profumerie. Infatti, si trattava di smalti naturali, realizzati mediante l’uso di un composto fatto con cera d’api e bianchi d’uovo. Per la colorazione dello smalto si utilizzavano i petali di diversi fiori, tra i quali le rose e le orchidee.


La manicure nel Medioevo

Si arriva, poi, ad epoche molto più recenti, ed in particolare al Medioevo. Durante questa epoca non ci si occupava molto delle unghie o non si era ancora a conoscenza delle tecniche per decorare le unghie, e in generale l’aspetto estetico delle donne era piuttosto sommesso e poco appariscente.

Si dovrà arrivare al Rinascimento per poter notare una rivalutazione dell’aspetto estetico e della manicure. Le persone più abbienti, anche gli uomini, iniziarono proprio in quest’epoca a prendersi nuovamente cura delle mani e delle unghie.


Sempre in questo periodo si nota un notevole interesse soprattutto nelle tradizioni Incas del Sud America, ovvero l’inizio della tradizione della Nail art, che sembra focalizzare su una maggiore attenzione nelle donne, che erano solite decorare le unghie con modelli a forma di animali, soprattutto di aquile. Possiamo confermare che grazie alle tribù Incas nacque la nail art.


La manicure tra il 1800 e il 1900 e la manicure contemporanea

L’inizio della cultura della cura del corpo e della cura delle unghie diventa popolare sino all’epoca vittoriana. Una tecnica che si utilizzava molto in questo periodo era quello di decorare le unghie usando lo smalto con olio e un pezzo di camoscio.


Smalto unghie anni ‘20

Si arriva, poi, al Novecento, ed in particolare agli anni ‘20, durante i quali ci si inizia davvero ad interessare alla manicure. Le donne iniziano a decorare le proprie unghie con vernici colorate, soprattutto rosso e rosa.

Ispirato dalla moda delle vernici delle auto nuove, il make up artist Michel Menard, inventa la manicure a mezzaluna, chiamata moon manicure, tornata di moda qualche anno fa. Anche se difficile, gli smalti per unghie segnano un particolare della moda anni 20.


Smalto unghie dagli anni ‘30 agli anni ‘50

smalto unghie anni 50
Credit: dal web


Negli anni ‘30, continua la tecnica della mezzaluna sulle unghie, dove si aggiungono molti altri colori agli smalti più classici, anche grazie alla nascita del marchio Revlon che, grazie alla collaborazione del chimico Charles Lachman, porta all’invenzione dello smalto opaco per ogni tipo di colore. Ecco che lo smalto inizia ad assomigliare sempre più a quello moderno.

Smalto Semipermanente per Unghie in Gel UV LED...
  • Smalto per unghie in gel di alta qualità e di...
  • Smalto semipermanente della durata di 10/20...


Nel 1934 viene creato il primo set di unghie finte, da Maxwell Lappo, un’idea nata da un dentista, che inizialmente erano destinate ai pazienti che soffrivano di onicofagia e si dovrà arrivare al 1955, che grazie all’idea di un altro dentista, realizzò la prima sostanza acrilica che consente di incollare le unghie finte in modo maggiormente permanente a quelle vere o rotte.


Durante gli anni ‘50, le attrici erano entusiaste di portare lo smalto, infatti la Technicolor sviluppò una tecnica, in grado di poter mostrare le scene dei film a colori per la prima volta dopo diversi anni per la prima volta da pellicole in bianco e nero, e proprio da qui che iniziarono a produrre film a colori ed anche le altre attrici cominciarono ad utilizzare gli smalti.

Gli smalti iniziano ad essere abbinati alle prime gonne e quindi diventano sempre più un gadget da borsetta che molte donne iniziano a ritenere irrinunciabile.


Tecniche di trattamento dell’unghia negli anni

Oltre al colore e allo stile, grazie all’invenzione dei nuovi materiali, a subire una vera e propria trasformazione sono state le tecniche e i procedimenti per rendere le unghie sempre splendide ed ottenere una manicure a lunga durata.

Con la nascita della ricostruzione con il gel, molte donne hanno avuto il piacere di provare ad avere delle unghie lunghe, questo è dovuto al gel applicato sull’unghia che si fonde al calore del forno UV, che ricopre e protegge l’unghia rendendola indistruttibile. L’unica nota dolente è che il gel impedisce di far respirare l’unghia e per questo richiede dei metodi aggressivi per essere poi rimosso.


Un’altra tecnica meno aggressiva è l’uso degli smalti semipermanenti, che si applicano come normali smalti e si fissano con il fornetto a raggi UV. Grazie a questa tecnica, gli smalti hanno una lunga durata, fino a tre o quattro settimane. Uno dei vantaggi rispetto alla ricostruzione in gel è che lo smalto non ha spessore e risulta essere naturale, non è aggressivo e si rimuove con facilità senza provocare danni all’unghia.

Lo smalto semipermanente può essere applicato in casa in maniera autonoma, oppure recandosi in un centro estetico.


Smalto e Unghie anni ‘60

Gli anni ‘60 portano ad una modifica nella forma delle unghie, che porta ad avere delle unghie corte, all’uso di colori brillanti e dei colori pastello. In questi anni troviamo una delle maggiori icone di stile: Marilyn Monroe, che rilancia la tendenza delle unghie lunghe e rosse, superata poi dall’ispirazione della generazione della cultura Hippie, proponendo un’immagine di donna indipendente e libera, sino a sfociare nella Pop Art dai colori brillanti.

Anche le prime pin up iniziano a curare le proprie unghie con colori sgargianti e in pendant con gli abiti indossati.

Scholl Trattamento Micosi dell'Unghia, Elimina le...
  • AGISCE IN 4 SETTIMANE: Trattamento Micosi...
  • FASE DI TRATTAMENTO: La fase di trattamento (4...


Unghie anni ‘70

Negli anni ’70 si avrà, poi, il vero e proprio boom dell’uso dell’acrilico nella nail art. Nascerà proprio in questo periodo la così detta french manicure, che comporterà anche una modifica della forma dell’unghia, che diventano squadrate con punte dipinte in bianco.

RMAN® Organizer trucchi Porta Trucchi...
  • 💎【 Organizer di trucco di alta qualità】:...
  • 💎 【Ampia capacità di archiviazione】:...
Offerta
Gel Colore Unghie UV Pigmento Art 36 colori,...
  • 🌻 【36 * 8ml colori Gel Colorati Unghie】:...
  • 💮 【Dimensioni minuscole】: 0,44 once,...
PODERM MICOSI UNGHIA PIEDE COMPLEMENT BOOSTER...
  • ✅ NON UTILIZZARE DA SOLO ●● BOOSTER del...
  • ✅ DIMEZZA I TEMPI DI TRATTAMENTO DELLA MICOSI...


Unghie anni ‘80

Negli anni ‘80 le unghie vengono dipinte con colori accesi e vistosi, si aggiungono, ai classici smalti, le tonalità effetto fluo e neon, come il giallo “evidenziatore”. Confermandosi sempre di più la ricostruzione delle unghie in gel e resine che diviene una pratica diffusa.

CLAVUZ Smalto per Unghie in Caramella Fluorescente...
  • Smalto in gel contiene 12 colori , 8ml...
  • Smalto semipermanente di alta qualità con un...


Smalto unghie anni ’90 e 2000

Infine, negli anni ’90 le tonalità vistose e i colori accesi declinano e tornano di moda le tonalità pastello e i colori sul rosso e il rosa. Sino a quando nei primi anni duemila, la cultura grunge propone smalto con brillantini e lo smalto nero, un colore che smetterà di essere sinonimo di punk e grunge e sarà, come accade oggi, usato da ogni tipo di donna, confermando anche le tendenze di nail art che ad oggi sono differenziate in maniera sempre più ricca, scegliendo tra una gamma di colori, stili, smalti semipermanenti, smalti in gel e piercing sulle unghie.

Sicuramente iconici gli smalti dedicati al film colazione da tiffany, con l’azzurro iconico capostipite della collezione per ricordare il capolavoro di Audrey alias Holly Golightly.


E tra le icone e dive del nuovo millennio troviamo la star del burlesque, Dita Von Teese, che punta su uno smalto rosso e manicure anni ’20. Mentre tra le moderne, spiccano Beyoncé, Rihanna e molte altre star che puntano su nail art e unghie perfette per la definizione del loro look.

Fresa per Unghie Professionale,TOUCHBeauty Lima...
  • 【5 pezzi di accessori intercambiabili】:...
  • 【Essiccatore per le unghie UV integrato】:...
NAVANINO Lampada UV LED, Può Curare Rapidamente i...
909 Recensioni
NAVANINO Lampada UV LED, Può Curare Rapidamente i...
  • 【Potenza Massima e Luci a LED】Lampada...
  • 【3 Modalità di Asciugatura Rapida】Fornetto...
Mylee, acetone per rimuovere lo smalto gel, per...
  • Acetone per la rimozione di unghie con smalto in...
  • Forte ed affidabile, con il 100% di puro acetone...